IL CONTESTO

La Scuola è il contesto formativo ideale per l’attivazione di percorsi educativi didattici trasversali alle diverse aree e discipline per trattare temi inerenti la sicurezza e la protezione civile.

Nel corso di questi ultimi anni, il Ministero dell’istruzione ha dato impulso ai temi della sicurezza e protezione civile, con:

  • la Legge 107/2015 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione”, sottolineando il ruolo strategico di una scuola quale laboratorio di educazione alla cittadinanza attiva, aperta al contesto esterno e al territorio per far conoscere la funzione e i compiti delle Istituzioni, degli Enti territoriali e delle associazioni di volontariato lì operanti;
  • il Protocollo di Intesa, sottoscritto il 13 novembre 2018 dal Ministero dell’Istruzione, Università e ricerca e dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Protezione civile, promuovendo azioni integrate in materia di sicurezza e diffusione della cultura di protezione civile nella scuola;
  • la Legge 20 agosto 2019, n. 92 “Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica” all’art. 3, lettera h) prevedendo la formazione di base in materia di protezione civile con docenti formati sull’argomento ed in grado di collaborare, nella progettazione e attuazione delle azioni formative, con il sistema della protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione civile, d’altro canto, ha individuato nel Codice della Protezione civile (d.lgs. 2/2018) passaggi importanti per la formazione e la diffusione della cultura di protezione civile:

  • ha avviato nel 2018, in collaborazione con le regioni, la campagna “Io non rischio Scuola” che si rivolge alla Scuola primaria con l’obiettivo di raccontare la Protezione civile tramite i volontari, selezionati e preparati per utilizzare metodologia e kit didattico secondo le indicazioni standard del Dipartimento della Protezione civile e dei partner INGV, ANPAS e ReLuis;
  • ha consolidato la campagna “Anch’io sono la protezione civile” con i campi scuola dedicati ai ragazzi dai 10 ai 16 anni d’età per promuovere la cultura di protezione civile attraverso il diretto coinvolgimento delle giovani generazioni in attività sia formative che di carattere pratico.

L’aggiornamento della normativa nazionale – D.Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1, Codice della Protezione civile – conferma e rinforza l’impegno delle Regioni nel campo della formazione e della diffusione della conoscenza e della cultura della Protezione civile, anche con il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche, allo scopo di promuovere la resilienza delle comunità e l’adozione di comportamenti consapevoli e misure di autoprotezione da parte dei cittadini.